Font Size

Cpanel

Dall'asfalto bagnato al quarzo: grigio è il colore di stagione

Di Luisa Espanet - Dal quotidiano Libero del 17 gennaio 2007

Luisa EspanetForse si potrà ancora definire grigia una giornata di pioggia o di nebbia fitta con umidità al 75% in una tetra periferia di metropoli o sulle più aspre e lugubri coste atlantiche. Ma non si potrà più chiamare grigio neanche il più squallido e impersonale degli arredamenti. Ma soprattutto non si potrà parlare di uomo grigio per identificare un tipo triste, opaco, conformista, con la vocazione a confondersi nel mucchio.

Grigio nella sua accezione negativa fa parte di un vocabolario, superato, obsoleto, polveroso. Sarà per le sue nuove varianti metalliche, sarà per il suo abbondante uso nella tecnologia e nel design più raffinato e avanzato, il grigio è in un momento di splendore. Anche nella moda. Per Armani è stato il colore della stagione in corso, in tutte le sue sfumature "dall'asfalto bagnato al quarzo" passando sicuramente dal "greige", quel mix di grigio e beige, di cui lo stilista è stato l'inventore negli anni Ottanta. Yves Saint Laurent per la donna ha adottato il grigio sia per le tuniche in panno, un po' da suffragetta, abbinate con pantaloni a sigaretta sia per quelle flou in voile di seta da portare con pantaloni a pinocchietto per le sere di seduzione. Per l'uomo il grigio è in pole position.
Molto presente da Ermenegildo Zegna e da Loro Piana per seta e cashmere. Di tendenza la camicia grigia, destinata a sostituire la nera, un po' inflazionata. I Brooks Brothers hanno lanciato l'abito Fitzgerald tinta antracite chiaro. Fitzgerald non ha niente a che vedere con lo scrittore, ma fa riferimento al secondo nome di John Kennedy, che amava vestire di grigio come, nel mondo del cinema, Cary Grant e più tardi Sean Connery. Il grigio abbonda sulle passerelle della moda uomo per il prossimo inverno. Da Rocco Barocco è presente in tutte le sfumature. Per giacche e cappotti sfoderati come per i cardigan impreziositi dai colli di lontra. I grigi "industriali" compaiono nella collezione "modernista" di Missoni. Parlando di "sovranità del grigio" impossibile non pensare alla pittura di Tamara De Lempicka, la cui mostra al Palazzo Reale di Milano sta avendo un tale successo da essere stata prorogata di un mese. Le sue donne e i suoi rari uomini sono spesso vestiti di grigio. Molte le ombre grigie nei suoi dipinti. Una passione per il grigio che esplode in quella ricostruzione dello studio in cui il colore non-colore è il punto di forza della scena.

N.B. Si ringraziano per il permesso di pubblicazione: Luisa Espanet e Libero

Sei qui: Home L'azienda Notizie Dall'asfalto bagnato al quarzo: grigio è il colore di stagione